I 5 luoghi da cui vedere Licata sotto altri punti di vista

Ecco alcuni luoghi da cui è possibile ammirare il panorama Licatesi.
Come spesso ripetiamo, dopo aver pubblicato l’articolo saranno tanti altri i luoghi che ci verranno in mente, intanto ecco quelli a cui abbiamo pensato.

Come sempre, è possibile anche inviarci le vostre liste e i vostri suggerimenti.

 

Cuore di Gesù
Foto della statua del cuore di Gesù al porto di LicataIl nome deriva dalla statua posizionata li agli inizi del ‘900, posta (secondo la leggenda) in segno di ringraziamento da un ufficiale che, rischiando l’annegamento, invoca proprio il Cuore di Gesù per mettersi in salvo.

Nel corso degli anni luogo per le “mollatine”, oggi meta ambita da molti runners, il panorama continua ad essere sempre affascinante.

Da qui Licata si offre a viste inconsuete, grazie alla sua posizione su un molo quasi all’ingresso del porto. Ed è proprio dal porto che si può raggiungere.

Chiesa di Pompei – Castel sant’Angelo
Tra le prime cose che si notano in lontananza arrivando a Licata.

Posizionati sulla “montagna” e poco distanti tra loro, esiste inoltre un collegamento tra i due siti, oltre a un luogo ricco di storia, nelle quali adiacenze si è sviluppata l’antica città, riescono a regalare un panorama suggestivo.

Dalla chiesa di Pompei si domani una vista quasi totale su Licata.
Da Castel sant’Angelo, posizionato poco più in alto è possibile ammirare panorami ancora più suggestivi, soprattutto con vista mare.

Collina Mollarella
Spiaggia Mollarella - LicataQuella di Mollarella è una delle spiagge più rinomate di Licata, molto affollata durante la stagione estiva e tra le più riconoscibili della città.

Il promontorio che sorge li, a pochi metri dalla riva, luogo dove anticamente sorgeva il santuario dedicato a Demetra, oltre ad essere ricco di storia è in grado di regalare panorami unici.

È infatti possibile ammirare, da prospettive insolite, le spiagge di Mollarella e Poliscia, regalando uno sguardo più ampio a tutte quella parte di costa.

Petrulla

Al confine del territorio licatese, a est della città, sorgono una serie di alture da cui si domina la città.

Una zona poco urbanizzata e in aperta campagna da dove è possibile ammirare un panorama di Licata quasi insolito. Un luogo, inoltre, ricco di storia dove sorge il distretto archeologico di Monte Petrulla.

Se volete visitare questa zona, il consiglio è di chiedere prima come raggiungere il sito archeologico e le famose tombe “a grotticella”, attenti poi alle strade, oggi quasi in disuso e quindi con nessuna manutenzione.

Faro
Vista dal Faro san Giacomo di LicataProbabilmente il simbolo di Licata, forse anche grazie alla storia che un tempo lo vedeva il terzo faro più alto d’Italia.

Oggi resta comunque tra i più elevati della nazione, ha forse perso parte della sua importanza, vista la crescente tecnologia che impatta anche sulla navigazione.

Dal faro è comunque possibile godere di una vista sulla città, da cui si domina l’intero centro storico e le periferie a ridosso della costa.
Unico problema è che il faro, di proprietà del Demanio, non è aperto al pubblico ma solo durante visite organizzate.

Lascia un commento