Cosa visitare a Licata

Foto rifugi antiaerei a Licata

Cosa visitare – Le informazioni turistiche su Licata

Cosa visitare a Licata – I monumenti, i luoghi d’interesse artistico e culturale e cenni storici sulla città.
La città di Licata affonda le sue origini nell’antichità; già dal periodo preistorico si hanno tracce di insediamenti in diverse zone del territorio licatese.

La parte più antica è indubbiamente la “montagna”, ovvero la zona collinare che da Castel Sant’Angelo scende fino all’attuale centro storico per poi svilupparsi verso il mare.

Le diverse dominazioni che ha subito la città sono visibili soprattutto nella varietà di stili architettonici presenti nel centro storico, anche se diverse testimonianze sono andate distrutte nel corso dei secoli.

Nel centro di Licata è possibile ammirare architetture e monumenti che vanno dal 500 fino ai primi del 900, di quelli antecedenti a queste date purtroppo è rimasto ben poco.

Oltre al centro storico sono soprattutto le spiagge il punto di forza della città (foto spiagge).

La costa licatese si estende per quasi 25 chilometri dove si alternano lunghe spiagge sabbiose e calette quasi inaccessibili, zone rocciose e diverse testimonianze storiche.
Sempre lungo la costa sorge il porto il di Licata e sfocia il fiume Salso.

Licata è sempre stato un punto di approdo per tutte le antiche civiltà oltre che vulnerabile per le invasioni che giungevano dal mare; per questo motivo, da Torre di Gaffe a Falconara (i confini ovest-est della città), è stato sviluppato un sistema di avvistamento e segnalazioni costituito da castelli e torri.
Torre di Gaffetorre San Nicolacastel Sant’Angelo e il castello di Falconara sono gli esempi oggi visibili di questa rete, cui si aggiungeva castel San Giacomo, distrutto alla fine del XIX secolo per la costruzione del porto commerciale. Altro punto di avvistamento, andato anch’esso distrutto era castel Nuovo sui cui resti è sorto “Il Quartiere”; la Nicolizia e l’isolotto della Rocca altri possibili punti.
Mollarella e Poliscia sono oggi due delle spiagge più frequentate di Licata, sono però stati rinvenuti reperti che testimoniano come già in epoca preistorica fossero presenti insediamenti umani.
Pisciotta – Rocca è un’altra spiaggia di interesse storico oltre che una delle più suggestive di Licata.

La storia recente ha invece visto la costa di Licata protagonista dello sbarco alleato in Sicilia il 10 luglio 1943 durante la seconda guerra mondiale.

Qui segnaliamo alcuni siti archeologici da visitare a Licata, anche se una passeggiata tra le “viuzze” e i cortili del quartiere Marina, oltre che di tutto il centro storico dove sono presenti diversi chiostri e chiese, è fortemente consigliata.

Mappa di Licata

Siti di interesse a Licata:

Museo Archeologico
Grangela

Tholos
Rifugi antiaerei
Museo del mare
Stagnone Pontillo
Ville liberty (parco ville liberty)
Castel Sant’Angelo
Chiesa della Madonna di Pompei

Il Quartiere
Cappella del Cristo Nero
Santa Maria la Vetere
Distretto Archeologico di Muculufa
Distretto Archeologico Caduta – Poliscia
Faro San Giacomo
Chiesa del “Cotturo”
Fondo Librario Antico

Guida alle spiagge
La “zona Marina”
Palazzi storici del centro città (dal 700 al 900)
Il quartiere San Paolo
Pozzo Gradiglia

Lascia un commento