C’era a Licata – La fontana in piazza Sant’Angelo

Più che un articolo informativo lo possiamo considerare un appello a chi sia in possesso di ulteriori informazioni. La fontana di piazza Sant'Angelo offre infatti una storia alquanto misteriosa, quantomeno su quando sia  stata definitivamente eliminata.  Da diversi giorni cerchiamo notizie sulla sua costruzione e soprattutto sulla sua sparizione, reperendo pochissimo materiale. Poche,

“I Sfingi” – I dolci tipici di Carnevale

Abbiamo sempre parlato di come in Sicilia ad ogni festa viene abbinato (almeno) un cibo. Abitudine a cui non sfugge nemmeno l'imminente Carnevale, sono infatti le "sfingi" sono i dolci tipici di questo periodo. E anche a Licata questa tradizione viene rispettata. In passato le sfinge erano mangiate soprattutto durante la festa di

5 giochi “antichi” a cui hanno giocato i ragazzini licatesi

I tempi cambiano. Mai affermazione fu azzeccata. Sembrano essere passati secoli, in realtà alcune di queste forme di gioco e aggregazione si praticavano anche durante gli anni '90. Abbiamo raccolto un po' di modi in cui giocavano i licatesi a quei tempi, notando che tutti sono accomunati da una cosa: si facevano

Chiesa di Sant’Angelo

Foto della chiesa di sant'Angelo a Licata

La chiesa di Sant'Angelo è sicuramente quella a cui i licatesi sono più affezionati. Intitolata al patrono della città, sorge nel luogo dove il 5 maggio 1220 venne ucciso da Berengario. La chiesa ha subito diverse trasformazioni nel corso dei secoli; quella a noi pervenuta risale al progetto iniziato nel 1626 e

Niente cambia Niente: il nuovo anno inizia con un murale alla Marina

Non saranno certo i murales a risolvere i tanti mali di Licata. Potrebbe però esserlo la voglia di ognuno di fare la propria parte. Da sempre sosteniamo l'operato del gruppo Niente cambia Niente, aggregazione di cittadini che con l'arte cerca di recuperare spazi urbani sottraendoli al degrado. Non saranno certo i murales a

Una sera come tante…a Licata

Tratto da un post su Facebook del professore Vito Coniglio. Pensiero che condividiamo, per questo abbiamo deciso di farne un articolo. Una sera come tante...a Licata: " Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati. Ci sedemmo, cioè, dalla parte degli ultimi, degli emarginati, dei disperati, dei

11 luglio 1553: La flotta franco – turca assalta Licata

Foto della Cappella del crocifisso Nero di Licata

Nel corso dei secoli la Licata ha tratto beneficio della sua posizione sul mare oltre che dallo sbocco del fiume Salso. Fattori che hanno favorito l'insediamento sul territorio di diverse culture, oltre che agevolare i commerci e far diventare Licata una delle città più importanti della Sicilia. Ma dal mare arrivavano anche

Cari licatesi: le rivoluzioni facciamole in piazza, non su Facebook

Foto del panorama di Licata dal Faro

Di Lucastro Ho sempre sostenuto che la tecnologia e il web siano un bene prezioso, sono poi le persone, semmai, a farne un utilizzo sbagliato o dannoso. È successo con le più grandi innovazioni tecnologiche, succede troppo spesso anche sui Social. Quotidianamente, dopo aver pubblicato un articolo che riguarda Licata, appare l'inevitabile foto

Maria, la giornalista russa giramondo che però torna a Licata

Maria è una giornalista russa che si occupa di viaggi e che per caso ha scoperto Licata. Arrivata a Catania, come inviata dal suo giornale TRC Horizon, assolti gli impegni lavorativi decide di spostarsi per conoscere altri luoghi in Sicilia. In realtà Licata la scopre indirettamente. Non cerca su Google cosa visitare, non